Coinvolte altre due vetture

“Signori del fuoco” indomiti e scatenati a Corigliano Rossano. Ancora una volta, nel giro di pochi giorni, presa di mira un’autovettura. Un’escalation che dura oramai da mesi in lungo e in largo sull’intero vasto territorio cittadino. Teatro dell’ultimo episodio incendiario di chiara matrice dolosa, registratosi intorno alla mezzanotte scorsa, Via Marco Polo, una traversa del lungomare della popolosa frazione marina di Schiavonea, nel coriglianese.

Ad essere presa di mira è toccato all’Audi A4 di proprietà d’un ristoratore del luogo, Antonio Viteritti di 57 anni, titolare del ristorante-pizzeria “Il caciucco” ubicato sull’adiacente traversa di Via Leonardo da Vinci. La berlina dell’imprenditore è andata completamente carbonizzata. Nell’incendio sono state coinvolte altre due autovetture: una Opel Astra con targa straniera - andata anch’essa distrutta - ed una Lancia Musa, il cui proprietario accortosi del vasto incendio è sceso dalla propria abitazione riuscendo a spostarla e a limitare notevolmente i danni.

 

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale Sezione operativa radiomobile diretta dal maresciallo Serafino Madeo ed i vigili del fuoco del locale distaccamento. Ai pompieri è toccata l’opera di spegnimento delle alte lingue di fuoco che si sono alzate e che hanno lambito i balconi delle abitazioni delle palazzine sovrastanti l’area in cui le vetture erano parcheggiate (foto), mentre ai carabinieri della locale Compagnia guidata dal capitano Cesare Calascibetta tocca adesso indagare a fondo sul movente dell’ennesima azione incendiaria d’autovetture in città.

LEGGI ANCHE

Corigliano Rossano | Incendiata l’auto d’un pregiudicato