Nelle ultime ore i carabinieri della Compagnia di Corigliano hanno tratto in arresto in differenti operazioni tre persone e ne hanno denunciata una con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Servizi d’osservazione e pedinamento nei confronti d’un pregiudicato del luogo che dopo aver fatto giri sospetti con l’auto è stato fermato all’altezza della propria abitazione. Sottoposto a perquisizione personale e veicolare, nel portabagagli della propria Fiat Punto, sotto la ruota di scorta, credendo che nessuno avrebbe ispezionato un luogo così nascosto, i militi hanno rinvenuto una busta contente tre involucri con all’interno della marijuana divisa in dosi, per un quantitativo totale di circa 30 grammi. Così A.M., di 54 anni, è finito in manette.

 

Perquisizioni domiciliari tra le zone di Villaggio Frassa e di Schiavonea, hanno permesso di smascherare un 17enne che deteneva oltre 100 grammi di marijuana ed un bilancino di precisione per la pesatura della sostanza che aveva scrupolosamente celato in diversi nascondigli nella sua cameretta. Perciò, è stato denunciato a piede libero presso la Procura minorile di Catanzaro.

 

L’ultima operazione ha avuto a protagonisti due giovani che erano “in affari” con lo stesso 17enne: A.S.. di 18 anni, è stato perquisito in casa e trovato in possesso di 35 grammi di marijuana divisi in diverse dosi nascosti, come se nulla fosse, in un cassetto del soggiorno della casa di famiglia, mentre A.G., di 19 anni, deteneva quasi 15 grammi di marijuana nascosti in parte dentro un orologio a pendolo da parete e in parte nei cassetti della cucina della taverna dell’abitazione, nonché un bilancino di precisione. Entrambi finiti in manette…