Nelle notti coriglianesi adesso impazza pure una nuova “moda” criminale: cappotte, parabrezza e finestrini sfondati

 

 

Un incendio di matrice dolosa l’altra notte ha distrutto, nel pieno centro storico di Cassano Jonio, due autovetture che erano parcheggiate l’una davanti all’altra nelle adiacenze delle abitazioni dei rispettivi proprietari, in Via 4 novembre. L’auto realmente presa di mira è una Volkswagen Golf, di proprietà

 

del 29enne del posto Luigi Malomo, ma nel rogo è andata distrutta pure la Fiat Punto d’un suo vicino di casa. Le lingue di fuoco, sprigionatesi e sviluppatesi molto alte, hanno pure causato seri danni alla palazzina sotto alla quale erano parcheggiate le stesse vetture incendiate da ignoti.

 

La palazzina sotto alla quale erano parcheggiate le due vetture andate carbonizzate nel centro di Cassano

 

Sul posto, oltre ai carabinieri della locale Tenenza che hanno avviato le indagini del caso (il movente, stavolta, potrebbe essere un'ipotetica vendetta privata per motivi di natura passionale) sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Castrovillari che hanno domato il vasto incendio provocato.

 

Dall’inizio del 2021 ben 7 sono state le autovetture incendiate nel Comune di Cassano Jonio, dove il drammatico fenomeno rischia d’avere “evoluzioni” come l’alta media che ha fatto registrare l’anno scorso - e che continua inesorabilmente a fare registrare quest’anno - il confinante Comune di Corigliano-Rossano, in modo del tutto particolare l’area coriglianese.

 

A Corigliano-Rossano, infatti, dall’inizio del 2021, il numero dei mezzi incendiati s’attesta già a quota 15. Non solo incendi, però.

 

Uno dei numerosi danneggiamenti d’auto registratisi due notti fa in contrada Cozzo Giardino di Corigliano-Rossano

 

Già, perché il coriglianese da un po’ di giorni sta facendo pure registrare numerosissimi danneggiamenti notturni d’auto, con cappotte, parabrezza e finestrini sfondati a colpi di pietre ed altro, carrozzerie rigate e gomme tagliate.

 

Ben 13 gli episodi verificatisi nel giro di due sole notti, la scorsa settimana, nella zona San Francesco dello Scalo, numerosi altri invece due notti fa a contrada Cozzo Giardino e lungo la centralissima Via Nazionale ancora una volta allo Scalo.

Fatti tutti denunciati da parte delle vittime ai carabinieri della Compagnia coriglianese. Che da oltre un anno non riescono a venire a capo né degl’incendi né della nuova e più recente “moda” criminale.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | “Coprifuoco”: bande notturne in azione, 13 auto gravemente danneggiate

 

Corigliano-Rossano | A fuoco sotto lo studio l’auto d’un noto avvocato