La polizia chiude pure un altro locale frequentato da pregiudicati senza mascherine anti-Covid

   

 

Blitz antidroga della polizia, nel pomeriggio di ieri, all’interno d’un circolo ricreativo di Corigliano-Rossano, a seguito di numerose segnalazioni anonime da parte d’alcuni cittadini che nei giorni scorsi avevano denunciato assembramenti proprio davanti all’ingresso dello “Scacco matto”

 

ubicato nella popolosa frazione marina di Schiavonea. Ad entrare in azione sono stati gl’investigatori in forza alla squadra di polizia giudiziaria del Commissariato cittadino diretto dal dottor Cataldo Pignataro. Il blitz è stato coordinato dall’ispettore capo Stefano Laurenzano. Raccolte le segnalazioni, infatti, le attività d’osservazione dei detective che hanno preceduto l’azione, hanno certificato gli strani movimenti attorno a quel circolo, caratterizzati dal via vai di tanti giovani che hanno ingenerato il sospetto che il luogo fosse un ritrovo per lo spaccio di droga. I poliziotti hanno ben presto individuato un pregiudicato del posto assiduo frequentatore del locale, Angelo Caravelli di 28 anni.

 

 

E l’ennesimo servizio d’appostamento e pedinamento del giovane dalla propria abitazione al circolo, ha fatto ritenere probabile una cessione di stupefacente. Guadagnato fulmineamente l’ingresso del locale e perquisito Caravelli, questi all’interno del giubbotto aveva due involucri in cellophane termosaldati contenenti cocaina, entrambi nascosti in un tappo di bottiglia di birra piegato. In una tasca dei pantaloni, inoltre, il 28enne aveva un recipiente di plastica tipico delle confezioni degli ovetti di cioccolata, ma contenente altri cinque involucri di “coca”, e 300 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio.

 

Dichiarato in arresto per detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio, i poliziotti l’hanno pure sanzionato col fermo amministrativo di tre mesi dell’autovettura, dal momento che lo stesso aveva raggiunto il circolo alla guida del veicolo privo della patente di guida che gli era stata ritirata qualche giorno prima. I titolari dello “Scacco matto” sono stati sanzionati per violazione delle normative anti-contagio da Covid-19, con l’elevazione d’una multa e la contestuale chiusura immediata dell’attività per 5 giorni. 

 

Nella tarda serata di ieri i poliziotti hanno controllato un altro circolo ricreativo ubicato nell’altrettanto popolosa frazione dello Scalo coriglianese, abituale ritrovo di pregiudicati locali. Nonostante ne fosse imposto l’obbligo della chiusura dalle normative anti-contagio, all’interno v’erano diversi pregiudicati privi di mascherine: pure qui sono scattate le sanzioni amministrative ed è stata disposta la chiusura del locale per 5 giorni.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.