Nel quadro dei servizi predisposti dal Commissariato di polizia di Corigliano-Rossano diretto dal dottor Cataldo Pignataro, finalizzati alla prevenzione e alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, l’altro ieri sera gl’investigatori della squadra di polizia giudiziaria capeggiata dall’ispettore Stefano Laurenzano hanno arrestato un 22enne

 

di nazionalità albanese. L’attività info-investigativa ha preso le mosse dagli strani movimenti del giovane nella popolosa frazione marina di Schiavonea. Lunghi tempi d’osservazione, controlli e pedinamenti da parte dei detective.

 

Acquisisti i primi riscontri circa la sua attività spaccio, l’albanese è stato fermato dopo essere stato inseguito perché quando s’è accorto d’avere i poliziotti alle calcagna s’è dato alla fuga, sbarazzandosi di cinque involucri contenenti cocaina. Oltre ai cinque recuperati, l’albanese è stato trovato in possesso d’altri due involucri anch’essi contenenti “coca”. Perquisitagli l’abitazione, è poi spuntato un bilancino di precisione, materiale vario utile al confezionamento delle dosi di droga da spacciare ed alcune ingiustificate somme di denaro contante.

 

Dichiarato in arresto, dopo le formalità di rito il magistrato di turno alla Procura di Castrovillari ne ha disposto la remissione in libertà in attesa del processo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.