Fermato dalla guardia di finanza a bordo della propria auto ed arrestato in flagranza di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio. Si tratta d’un bracciante agricolo di nazionalità rumena residente a Corigliano-Rossano. Le divise grigie della Compagnia rossanese, dopo avergli intimato l’alt, sono stati insospettiti dai numerosi residui di tabacco presenti all’interno della vettura e dagli evidenti segni di nervosismo palesati dal conducente.

 

Nel frangente hanno deciso di perquisirgli l’abitazione poco distante dal luogo del fermo. E hanno rinvenuto due involucri contenenti complessivamente circa 30 grammi di marijuana, parte della quale suddivisa in dosi pronte per la cessione, unitamente ad oltre 500 semi di canapa indiana, alcuni bilancini di precisione, una grossa scimitarra con lama lunga circa 40 centimetri, una pistola scacciacani completa di munizionamento e 200 euro in banconote di piccolo taglio, presumibilmente frutto dell’attività di spaccio.

 

Dopo aver sequestrato tutto, i finanzieri, su disposizione del magistrato di turno in Procura a Castrovillari, hanno dichiarato in arresto il rumeno. Che ora rischia una pena da 6 a 20 anni di reclusione e la multa da 26 mila a 260 mila euro.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.