Turbative d’asta e corruzione in atti giudiziari al Tribunale di Castrovillari

 

Numerosi quanto noti avvocati e commercialisti di Corigliano-Rossano, personale dipendente del Tribunale di Castrovillari, altri professionisti ed imprenditori di Corigliano-Rossano e non solo, sono coinvolti, a vario titolo, nell’operazione di polizia giudiziaria denominata White collar (colletto bianco) fatta scattare stamane dalla guardia di finanza che ha eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari

emessa dal giudice per le indagini preliminari di Castrovillari Carmen Ciarcia, su richiesta del sostituto procuratore Luca Primicerio e sotto il coordinamento del procuratore facente funzioni Simona Manera, a carico di 16 persone (9 destinate in carcere e 7 agli arresti domiciliari). Questo il numero delle persone arrestate, ma complessivamente gl’indagati sono molti di più. I reati contestati: associazione per delinquere finalizzata alle turbative d’asta, corruzione in atti giudiziari, e rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio. Seguiranno aggiornamenti.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Ecco i nomi dei “colletti bianchi” arrestati