Il 24 maggio del 2019 era stato condannato dal Tribunale di Torino per la detenzione di un’arma clandestina.

 

Si tratta del 45enne coriglianese Gerardo Manfredi. L’uomo, dinanzi al giudice per l’udienza preliminare del capoluogo piemontese, aveva patteggiato la pena ad un anno, quattro mesi e venti giorni di reclusione e duemila euro di multa.

 

In seguito aveva proposto ricorso in Cassazione. Ma i supremi giudici hanno dichiarato inammissibile il suo ricorso - condannandolo alle spese processuali e ad un’ammenda di duemila euro - e la sentenza della condanna patteggiata un anno fa a Torino adesso è dunque divenuta definitiva, passando in giudicato.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.