Si tratta del 39enne rossanese Carmine Posca

 

 

Ennesimo blitz antidroga da parte dei poliziotti in forza alla squadra di polizia giudiziaria del Commissariato di Corigliano-Rossano. Il teatro di spaccio in cui stavolta si sono mossi gli specializzati detective diretti dall’ispettore capo Stefano Laurenzano, è l’area urbana rossanese.

 

Dove, nella serata di ieri, hanno tratto in arresto il 39enne del luogo Carmine Posca, già noto alle forze dell’ordine. Posca, per via dei suoi strani “movimenti”, è stato sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di varie banconote per un totale di quasi 500 euro. La sua agitazione e la sua inquietudine hanno confermato i sospetti dei poliziotti pure quando la perquisizione è stata estesa alla sua abitazione. 

 

 

Dalla camera da letto, infatti, sono spuntati due bilancini di precisione, su uno dei quali v’era ancora della polvere bianca, risultata poi cocaina. Vicino ai due bilancini v’erano altri 6 grammi di “coca” contenuti in una bustina e circa 6 grammi di sostanza da taglio. Non solo. Già, perché gl’investigatori hanno rinvenuto pure altre due buste contenenti 174 grammi di marijuana e 13 grammi di semi della stessa marijuana, altre 7 confezioni di marijuana da un grammo ciascuna e materiale per il confezionamento delle dosi.

 

Per Posca sono dunque scattate le manette ai polsi per il reato di detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio. Il magistrato di turno in Procura a Castrovillari l’ha assegnato agli arresti domiciliari.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.