di Rossana Lucente

È stata posta di recente la stele di pietra che indica Francavilla Marittima come una delle tappe del “Cammino Mariano del Pollino”, posizionata nella villa comunale che accoglie la chiesa della Madonna degli Infermi. L’associazione culturale guidata da Mario Martino ha previsto un tracciato percorribile a piedi, a cavallo e in mountain bike, e adatto anche ai non vedenti grazie alla scrittura in rilevo dell’alfabeto Braille che indica il percorso da seguire, le diciture e le legende dei simboli tattili.

 

«Siamo orgogliosi di essere riusciti ad inserire il nostro borgo nel percorso naturalistico-mariano che parte da Alessandria del Carretto e attraversa i vari paesi sino alla comunità arbëreshë di Civita», ha dichiarato il consigliere comunale Michele Apolito, delegato al Turismo, alla Cultura, allo Sport e allo Spettacolo: «Sin dall’inizio del nostro mandato abbiamo puntato al turismo culturale, collaborando con associazioni, scuole ed università, promuovendo eventi e contribuendo alla crescita del nostro piccolo centro, arricchito dall’appartenenza all’area del Parco del Pollino e sede del sito archeologico Timpone Motta-Macchiabate».

 

 

In questa ottica sono stati già presentati due progetti, «uno per la riqualificazione del centro storico e l’altro per il parco archeologico», ha aggiunto Apolito, «per cui abbiamo già ottenuto un finanziamento di 400 mila euro, e personalmente spero di poter assistere presto alla nascita del museo civico di palazzo De Santis, già location delle mostre temporanee dei reperti archeologici apprezzati in tutto il mondo».

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.