Notati e riconosciuti nottetempo dai carabinieri come dediti allo spaccio di droga. È accaduto sul lungomare di Schiavonea, a Corigliano-Rossano. I militari decidono di controllarli, ma i due si danno immediatamente alla fuga, sulla spiaggia. Un carabiniere l’insegue sulla battigia e poi di nuovo sul lungomare, riesce a bloccarne uno, nonostante più volte avesse opposto resistenza, scalciando il militare, per sottrarsi al controllo.

 

Una volta immobilizzato è stato perquisito: all’interno del marsupio a tracolla aveva tre dosi di marijuana, due trita-erba ed oltre 500 euro in contanti, verosimilmente frutto della sua attività di spaccio. Il giovane, un 18enne del posto, è stato arrestato per lesioni aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di droga. Assegnato ai domiciliari in attesa d’essere giudicato con rito direttissimo su disposizione del magistrato di turno alla Procura di Castrovillari.

 

La droga e i soldi sequestrati 

 

Il carabiniere ferito è stato refertato al Pronto soccorso del presidio ospedaliero “Guido Compagna”, dove gli sono state medicate contusioni ed escoriazioni.

 

L’altro giovane, anch’esso fermato, nonostante inizialmente fosse stato collaborativo coi militari, durante un momento concitato è riuscito a divincolarsi e a fuggire per i vicoli di Schiavonea. Comunque riconosciuto, è stato denunciato a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.