Dall’alba di stamane oltre 300 finanzieri del Comando provinciale di Cosenza, con l’ausilio di militari dei reparti di Catanzaro e Crotone, stanno dando esecuzione, tra la Sibaritide ed il Materano, ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari Luca Colitta, su richiesta del sostituto procuratore Flavio Serracchiani

 

a carico di 60 persone indagate d’associazione per delinquere finalizzata all’intermediazione illecita e allo sfruttamento del lavoro, caporalato e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’operazione di polizia giudiziaria è stata battezzata “Demetra”.

 

 

In particolare, i finanzieri hanno arrestato complessivamente 52 persone, 14 delle quali sono state portate in carcere ed altre 38 finite ai domiciliari. Per altre 8 è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Delle 14 aziende agricole sequestrate, 12 si trovano nel Materano e 2 nella Sibaritide.

 

I dettagli dell’inchiesta verranno resi noti durante la mattinata nel corso d’una apposita conferenza stampa.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.