Criminalità incendiaria ancora scatenata a Corigliano-Rossano, in particolare nell’area urbana coriglianese. Con la tracotanza dei “signori del fuoco” che oramai non fa neppure più distinguo negli orari, tralasciando persino la predilezione e la consuetudine di colpire in piena notte. Non più. Almeno questa sera è stato proprio così. Sono infatti da poco trascorse le 20,30 quando in Via degli Albanesi

 

nel pieno centro della popolosa frazione dello Scalo coriglianese, va fuoco un’autovettura. La matrice è dolosa: si sente puzza di benzina. La gente dalle case ode degli scoppi, s’affaccia da balconi e finestre. Il proprietario dell’auto presa di mira - un cittadino di nazionalità rumena - la vede in fiamme, scende nel parcheggio e corre ai ripari. Con l’aiuto d’altre persone accorse e come lui “armate” d’acqua riesce a spegnere il fuoco, insomma.

 

 

Poteva succedere un inferno pure stasera, come qualche sera fa sempre allo Scalo. Già, perché le auto parcheggiate, l’una vicinissima alle altre, erano quattro. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Distaccamento cittadino e i carabinieri della Sezione operativa radiomobile della Compagnia coriglianese. Indagini già avviate.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.