Ordinanza del sindaco Stasi a tutela dei pazienti del professionista. Salgono a 11 i casi in città

 

 

Un solo nuovo caso di contagio dal Covid-19 s’è registrato nella giornata odierna a Corigliano-Rossano. Si tratta d’uno stretto congiunto d’un contagiato, già sotto stretto controllo medico. Ad allarmare però è uno dei due nuovi casi di positività al Coronavirus registrati durante la giornata di ieri - sugli 11 complessivi - dal momento che riguarda un medico di base, originario del vicino Comune di Paludi ed operante in uno studio-ambulatorio cittadino dell’area urbana rossanese.

Si tratta d’un medico 61enne, C.F., il quale oggi aveva espresso il proprio consenso alla divulgazione del suo nominativo proprio al fine di tutelare i pazienti da lui assistiti.

 

Il sindaco Stasi nel video di questa sera

 

Il sindaco Flavio Stasi, infatti, proprio stasera ha firmato un’apposita ordinanza, attraverso la quale informa del fatto gli assistiti del professionista rimasto contagiato (inserendo per esteso nell’ordinanza - che sarà pubblicata a breve - soltanto l’indirizzo del suo studio medico), invitando quanti tra essi si siano recati nel suo ambulatorio nei giorni dal 3 al 16 marzo scorsi, in particolare avendovi avuto contatti ravvicinati, a prendere contatti coi responsabili del Dipartimento prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale e coi responsabili comunali della Protezione civile, con l’ordine di provvedere ad isolarsi in stato di quarantena sanitaria obbligatoria. A fornire le informazioni, pure stasera, è stato in viva voce lo stesso sindaco Stasi attraverso un video pre-registrato nella sede della Protezione civile cittadina (foto in alto) e poi pubblicato su Facebook.

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Coronavirus, due nuovi casi: pure un medico