Salito a oltre 170 il numero delle quarantene sanitarie obbligatorie

 

 

Saranno ore di trepidante attesa a Corigliano-Rossano fino a quando, come di consueto in serata, il sindaco Flavio Stasi (foto) darà le proprie comunicazioni circa l’eventuale diffusione del contagio da Covid-19 nei confronti d’altri concittadini.

Sono in 8, infatti, ad attendere gli esiti dei test a tampone per il Coronavirus già eseguiti sulle loro persone. La speranza è che per tutti il risultato possa rivelarsi negativo. Sono 10 in tutto finora i casi conclamati, con le persone contagiate ricoverate, qualcuna in terapia intensiva, qualcun’altra in quarantena sanitaria obbligatoria. Gli ultimi due casi si sono registrati durante la giornata di ieri.

 

Tra le persone ricoverate in ospedale figurano pure una consigliera comunale e un medico di base della città. In netto aumento le persone in quarantena sanitaria obbligatoria: al momento sono oltre 170.

 

I responsabili del Dipartimento prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza stanno ricostruendo il quadro dei contatti del medico di base - uno degli ultimi due casi registratisi in città - e quindi il numero delle quarantene sanitarie obbligatorie potrebbe ulteriormente lievitare.

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Coronavirus, due nuovi casi: pure un medico