Finora sono 4 i casi in città. E sullo Jonio in tutto sono 7

 

 

Per fortuna, a Corigliano-Rossano, nei drammatici sette giorni oramai passati e nelle settimane a venire, i cittadini, nel dover civilmente affrontare l’emergenza della diffusione del Coronavirus e del contenimento nei ristretti limiti in cui s’è finora diffuso, hanno al loro fianco un sindaco giovane, agile, decisionista e risoluto. Assai efficace nel modo in cui sceglie di comunicare coi concittadini, in serata e alla fine dell’ennesima lunghissima giornata di provvedimenti.

L’ha fatto puntualmente pure ieri sera, e lo farà sicuramente pure stasera. Volto ed occhi visibilmente stanchi, provati, ma tempra come al solito determinata, Flavio Stasi (foto) ieri sera ha esordito così: «Purtroppo in città si segnala un nuovo caso positivo al Coronavirus. Si tratta d’un nostro concittadino anziano che per fortuna non ha necessitato di ricovero. Si trova quindi in isolamento domiciliare, come i suoi familiari». E si tratta d’un pensionato coriglianese, stavolta. Lui, residente allo Scalo coriglianese ed ora in quarantena obbligatoria, era stato sottoposto al test del tampone. E dopo l’accertata positività al Covid-19 dell’anziano, sono stati effettuati i tamponi pure sui suoi familiari. I quali sono tuttora in attesa dei risultati.

 

 

È di quattro unità, dunque, al momento, il numero complessivo dei pazienti risultati positivi al Covid-19 nel Comune di Corigliano-Rossano. Tre rossanesi ed un coriglianese. Nel comprensorio costiero dello Jonio cosentino ve ne sono altri 3, tutti residenti nel Comune di Cariati.

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Coronavirus, positivo un familiare della 65enne: 3 casi in città

 

Coronavirus: a Cariati ora sono 3 i contagiati