L’ospedale “Compagna” potrebbe essere messo in stato di quarantena

 

 

Era giunto al Pronto soccorso del presidio coriglianese “Guido Compagna” dell’ospedale spoke di Corigliano-Rossano stamane, in condizioni sintomatiche d’una forte polmonite. Durante la propria permanenza in Pronto soccorso sarebbe stato a contatto con altri astanti. E quando i medici l’hanno visitato, previa anamnesi, considerate le sue condizioni “sospette” hanno deciso di trasferirlo all’ospedale hub dell’Annunziata di Cosenza al fine di farlo sottoporre al test del tampone per il Coronavirus. Ritrasferito al “Compagna”, è stato ricoverato in stato d’isolamento precauzionale, in attesa del risultato. E in serata è giunto il risultato.

Il paziente è risultato, purtroppo, positivo. Poco fa è stato quindi disposto un suo nuovo trasferimento all’Annunziata di Cosenza, per il suo ricovero nel reparto di malattie infettive. Si tratta, come già anticipato, d’un paziente 78enne di sesso maschile rossanese e residente nel Comune di Corigliano-Rossano. Nell’ultima settimana è stato a contatto con un figlio, ritornato dalla Lombardia.

 

Adesso per il presidio ospedaliero “Compagna” si pone un problema di salubrità e di sicurezza. Il personale medico, infermieristico ed assistenziale avrebbe da poco ricevuto alcune disposizioni precauzionali. L’intera struttura sanitaria potrebbe essere messa in stato di quarantena da qui a breve.

 

LEGGI ANCHE

Uomo di Corigliano-Rossano positivo al Coronavirus