Una prostituta di nazionalità rumena “in servizio” lungo il tratto della Strada statale 106 jonica che attraversa Corigliano-Rossano, nel pomeriggio di ieri ha aggredito una pattuglia della polizia intenta ad effettuare una serie di controlli, anche di contrasto al fenomeno della prostituzione da strada.

La donna, alla richiesta dei documenti personali finalizzata al controllo, essendone sprovvista, ha risposto agli agenti con atteggiamento facinoroso e minacce verbali, scaturiti in un vera e propria aggressione fisica. Bloccata e condotta nel locale Commissariato. è stata poi identificata per una 33enne già gravata da numerosi precedenti penali e destinataria d’un provvedimento emesso dalla Prefettura di Cosenza, col quale le era stato intimato l’allontanamento del territorio nazionale.

 

 

Dichiarata in arresto per resistenza e violenza a pubblico ufficiale ed informato il magistrato di turno in Procura a Castrovillari Angela Continisio, questo ne ha poi disposto l’accompagnamento in carcere fissandone il giudizio per direttissima tenutosi stamane.