Stampa
Categoria: Notizie
Visite: 15289

 

Un’auto data alle fiamme, di notte. A Corigliano-Rossano non è una novità. Il fatto è accaduto durante la tarda nottata tra l’8 e il 9 febbraio scorsi nell’area urbana rossanese, ma la notizia è trapelata soltanto stasera. La vettura data alle fiamme da ignoti e andata completamente distrutta, in un incendio d’indubbia matrice dolosa, era una Mercedes Classe A. L’opera di spegnimento del rogo era toccata ai vigili del fuoco del locale distaccamento. Erano poi intervenuti i carabinieri del locale Nucleo operativo radiomobile e i poliziotti del Commissariato cittadino. Gli anonimi “signori del fuoco” sono entrati in azione sotto casa della vittima.

E la vittima è la 47enne Assunta Zangaro, madre della 20enne Marika De Santis: le due donne sono imputate in un processo per favoreggiamento personale, coinvolte nell’omicidio di Antonio Barbieri, il 26enne rossanese gravemente ferito a colpi di pistola la sera del 12 gennaio dello scorso anno in Via Bruno Buozzi, nella periferica contrada rossanese di Petra, e deceduto alcuni giorni dopo nell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza.

Imputati per avere commesso il delitto sono il 28enne pregiudicato coriglianese Cristian Filadoro, fidanzato di Marika De Santis ed esecutore materiale reo confesso, ed il suo amico 33enne anch’egli coriglianese e pregiudicato Vincenzo Fornataro, il quale aveva accompagnato con la propria auto Filadoro intenzionato a “regolare i conti” con Barbieri, ex fidanzato di Marika De Santis.

 

 

Il processo nei confronti di Filadoro e Fornataro è cominciato lo scorso 28 gennaio e proseguito il giorno successivo nel Tribunale di Castrovillari. Le due donne saranno invece giudicate in un processo a parte, la cui prima udienza non s’è ancora tenuta. Durante una delle due prime udienze del processo a carico di Filadoro e Fornataro, nei corridoi del Palazzo di giustizia di Castrovillari vi sarebbero stati alterchi verbali tra familiari ed affini d’alcune delle parti in causa, al limite di scontri pure fisici e terminati con l’intervento dei carabinieri in servizio per mantenere l’ordine pubblico nello stesso presidio giudiziario. Sull’incendio dell’auto di Assunta Zangaro indagano carabinieri e polizia.

 

LEGGI ANCHE    

Corigliano-Rossano | 26enne ucciso da una gelosia criminale: in quattro a processo