Non riuscivamo a credere che gli asini volassero per davvero e che prediligessero i cieli appena sopra qualche redazione giornalistica jonica, ma adesso ne abbiamo conferma. Sì: gli asini volano proprio su qualche giornale locale. Che rilancia la non-notizia, già dallo stesso giornale data qualche settimana fa, relativa ad un’ipotetica candidatura del neo sindaco di Corigliano-Rossano Flavio Stasi (foto) nientepocodimenochè alla carica di presidente della Regione Calabria! Nella non-notizia odierna, i politologi del giornalismo nostrano scrivono in modo estremamente convinto d’un «sentiment», e tra parentesi spiegano a noi comunissimi mortali di che si tratta: «una valutazione sulla base di alcune impressioni».

E spiegano, ancora, che oggi il governatore uscente della Calabria Mario Oliverio, in una conferenza stampa, ha rilanciato al proprio partito che l’ha da tempo “scaricato” e non ricandidato - il Partito democratico - la proposta d’elidere i candidati a governatore già in campo Pippo Callipo (per il Pd), Francesco Aiello (per il Movimento 5 Stelle) e lui stesso, per fare spazio «ad un giovane magari facendolo rientrare da fuori il Pd ed il M5S». La proposta del vecchio lupo della politica Oliverio, dallo stesso è condita con l’appello di tale Jasmine Cristallo del movimento “dei balconi” e “delle sardine”. E insieme agli asini che volano adesso ci sono pure le sardine sui balconi mentre noi le sapevamo ancora nel mare, oltre che sui banchi del pesce in qualche piazza di qua e di là. Segni del mondo che cambia, colpa dei cambiamenti climatici provocati dal surriscaldamento della terra e anche del mare.

 

«Individuare e scegliere insieme un giovane competente e designarlo candidato presidente della Regione sarebbe una scelta coraggiosa», ha detto oggi Mario Oliverio. Ed i politologi del giornalismo nostrano si sono nuovamente buttati a pesce sul sindaco Stasi. E che la scienza politica moderna non arrivi neppure a dove (e non è per nulla lontano, anzi!) Oliverio oggi abbia voluto andare a parare, pure questo è un segno dei tempi oramai irreversibilmente cambiati.

 

Il governatore della Calabria Mario Oliverio 

 

Cioè: nemmeno un pur minimo dubbio che il governatore uscente per “giustificare” la propria candidatura già ufficiale - e che più ufficiale non si può - nella giornata odierna abbia ufficialmente voluto pure “scaricarsi” ogni eventuale “colpa” politica lui imputabile per la mancata coalizione elettorale tra Pd e M5S proprio alla vigilia della venuta in Calabria del segretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti che domani “incoronerà” il candidato Pippo Callipo?

 

E, per avvicinarci a noi stessi proprio a proposito d’“incoronamenti” o d’“incoronazioni”: quanta fantasia ci vuole ad immaginare l’irrequieto rinnovatore della politica Flavio Stasi che si fa “incoronare” candidato a governatore della Calabria da un vecchio lupo che della vecchia politica non ha perso né il pelo né il vizio?

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Stasi a presidente della Regione Calabria? Ma va là!