L’“anonima incendi” torna prepotentemente a terrorizzare le notti di Corigliano-Rossano. E lo fa dopo una breve tregua, durante la quale in città non si sono registrati incendi notturni d’autovetture. Già, perché stanotte gl’invisibili piromani si sono rifatti vivi nella contrada San Francesco della centralissima frazione dello Scalo coriglianese, a pochi passi dalla parrocchia dedicata a San Giovanni XXIII.

I due mezzi sono andati completamente distrutti

 

Nel mirino degl’incendiari un fuoristrada Land Rover Sport - unico obiettivo dei delinquenti - ma quando il mezzo è andato a fuoco dopo essere stato cosparso di liquido infiammabile le fiamme si sono propagate pure verso una Peugeot 308 che era parcheggiata vicino al fuoristrada destinato ad andare carbonizzato. Questo era di proprietà del 34enne imprenditore del settore agrumicolo del luogo Vincenzo Falco, la cui abitazione dista pochi metri da dove in serata aveva parcheggiato il proprio mezzo nottetempo dato alle fiamme ed andato completamente distrutto. Resa inservibile pure la Peugeot 308 trasversalmente colpita ed appartenente a una donna residente nella stessa zona teatro del fatto. 

 

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del locale distaccamento che per buona parte della notte hanno portato a compimento l’opera di spegnimento del vastissimo incendio sviluppatosi, e i carabinieri della Sezione Radiomobile della locale Compagnia ora costretti a indagare sul movente dell’ennesimo atto incendiario contro autovetture occorso in città, che potrebbe essere riconducibile a una vendetta di natura personale consumata col fuoco nei confronti del giovane imprenditore coriglianese.