Il sindaco Stasi nella stessa giornata conferma l’incarico a Longo (pura formalità) e si costituisce in giudizio contro di lui 

Una storia paradossale. E dove poteva capitare se non nel Comune di Corigliano-Rossano oggi alla ricerca di “normalità” con la neo amministrazione comunale guidata dal neo sindaco Flavio Stasi? Già. Ed è proprio tra le mura del municipio che matura la singolare vicenda.

Con l’avvocato che coordina l’Avvocatura comunale (ancora per poco, sicuramente…) che cita in giudizio il… Comune! Sì, avete letto bene: il capo degli avvocati del Comune muove causa al Comune. Si tratta d’una vertenza di lavoro, iscritta al Tribunale di Castrovillari, attraverso la quale l’avvocato Antonio Longo (foto) chiede il riconoscimento dello status di dirigente comunale per l’ultimo quinquennio e le relative differenze retributive quantificate in alcune centinaia di migliaia d’euro. Il ricorso di Longo è stato iscritto in Tribunale lo scorso 29 maggio, appena due giorni dopo il primo turno elettorale delle amministrative che avevano visto piazzarsi primo proprio il sindaco Stasi con un grossissimo distacco sul proprio avversario al ballottaggio, l’attuale consigliere comunale Giuseppe Graziano. E Longo, avendo forse subodorato che con la più che probabile vittoria elettorale di Stasi da lì a poco avrebbe potuto essere destituito della propria funzione di coordinatore dell’Avvocatura, ha pensato di giocare d’anticipo con le proprie rivendicazioni da dirigente.

 

Il sindaco Flavio Stasi

 

Il ricorso presentato dal legale che assiste Longo alla cancelleria del giudice del lavoro di Castrovillari è stato notificato al Comune lo scorso 9 agosto, in vista della prima udienza della causa fissata per il prossimo 9 ottobre. Nessuna transazione in vista, almeno per il momento. E sarebbe davvero curioso vedere chi, nell’eventualità del caso, in capo al Comune dovrebbe condurre la trattativa finalizzata ad una transazione con l’avvocato di Longo e nell’interesse di Longo. Le transazioni legali per conto del Comune, infatti, stante il proprio ruolo, le conduce lo stesso Longo. Ma non è il caso, perché il Comune s’è già costituito in giudizio contro Longo. L’ha fatto venerdì scorso, attraverso una delibera della Giunta Stasi che affida incarico ad un legale esterno per resistere in giudizio contro il capo degli avvocati comunali. E pensare che Longo quello stesso giorno è stato confermato dal sindaco Stasi, con proprio decreto, quale coordinatore dell’Avvocatura fino al 31 dicembre prossimo. Una mera formalità sussurrano in municipio, perché da qui a pochissimo Longo non sarà più il capo degli avvocati del Comune, giurano…