Due morti ammazzati nelle campagne del coriglianese, a Corigliano Rossano. Il duplice omicidio - di chiaro stampo ‘ndranghetista - è stato scoperto stamattina da parte dei carabinieri della Compagnia coriglianese. Il fatto di sangue potrebbe essersi consumato nella tarda serata di ieri, oppure in nottata.

La scena del crimine è lungo la strada provinciale Mordillo che attraversa la contrada Apollinara di Corigliano Rossano e che si trova a un tiro di schioppo dal territorio di Cassano Jonio.

 

Le due vittime, attinte da numerosi colpi d’arma da fuoco - pare fucili mitragliatori del tipo kalashnikov - sono infatti un imprenditore agricolo coriglianese, Francesco Romano di 44 anni, ed un cassanese sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, Pietro Greco di 49, originario di Castrovillari. Dei due, a quanto trapela, familiari ed amici non avevano più notizie dalla giornata di ieri. I loro corpi esanimi sarebbero stati rinvenuti all’interno di un’autovettura. Sul posto, coi carabinieri, il procuratore capo di Castrovillari Eugenio Facciolla, ma la direzione delle indagini è destinata a passare di competenza ai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.  

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI