Oltre un centinaio d’indagati nell’operazione battezzata “Fangorn” e conclusa stamane a Corigliano Rossano e Trebisacce da parte dei carabinieri del Comando provinciale di Cosenza coordinati dalla Procura di Castrovillari.

Tra questi: Giuseppe Tedesco, 47 anni; Leonardo De Martino, 47 anni; Luigi De Martino, 26 anni; Luigi De Martino, 46 anni; Natale De Martino, 52 anni; Pasquale De Martino, 22 anni; Giuseppe Faustini, 39 anni; Gennaro Larocca, 37 anni; Nicola Macaretti, 38 anni; Antonio Macaretti, 59 anni; Domenico Macaretti, 67 anni; Michele Lizzano, 56 anni residente a Trebisacce; Maria Antonietta Tavernise, 23 anni; Rosaria Vulcano, 37 anni; Vincenzo Curia, 55 anni – già detenuto; Saverio De Martino, 45 anni – già detenuto.

 

Le accuse mosse nei loro confronti, a vario titolo: associazione per delinquere finalizzata al taglio ed alla ricettazione di legname, furto d’autovetture, tentato omicidio, estorsione, furti in abitazione, incendi e riciclaggio. Il tentato omicidio, che si contesta agl’indagati Pasquale De Martino, 22enne, e Luigi De Martino, 26enne, è riferito alla sparatoria verificatasi il 2 gennaio del 2018 nella zona montana rossanese di Piana dei Venti, con un colpo di fucile calibro 12 all’indirizzo d’un fuoristrada. Nella circostanza, il conducente rimase illeso ed i proiettili colpirono lo sportello lato guida procurando sette fori sulla carrozzeria. Nell’immediatezza dei fatti vennero effettuate delle perquisizioni nelle abitazioni degl’indagati, entrambi sottoposti a esame Stub. Ai due si contesta d’aver commesso il fatto per i furti di legna nella zona montana del rossanese in modo indisturbato.

LEGGI ANCHE

Corigliano Rossano | Associazione a delinquere: 15 fermi