Nel fine settimana appena trascorso i carabinieri della Compagnia di Corigliano e della Stazione di Trebisacce hanno fermato una Mercedes Classe B con all’interno tre ragazzi, uno dei quali con precedenti per droga che durante il controllo ha maldestramente tentato di disfarsi d’un involucro sfilato dalla tasca dei pantaloni gettandolo fra le sterpaglie a bordo strada. Recuperato dai militari, si trattava di cocaina purissima per un peso complessivo di circa 11 grammi.

Così, D.G.D. 28enne trebisaccese, è finito in manette per detenzione di sostanza stupefacenti finalizzata allo spaccio.

 

Controlli a tappeto alla circolazione stradale e soprattutto all’uscita delle discoteche del litorale coriglianese. Eseguiti rafforzati posti di controllo a Schiavonea, a seguito dei quali sono stati ispezionati oltre 100 veicoli, comminate 7 sanzioni al Codice della strada e denunciati all’autorità giudiziaria due soggetti per guida in stato d’ebbrezza alcolica, poiché trovati con tassi alcolemici alti. Si tratta d’un ragazzo coriglianese alla guida d’una Mercedes Classe A che sfrecciava sul lungomare di Schiavonea, la cui folle corsa è stata arrestata prima che potesse nuocere a qualche passante.

 

Forte la presenza d’alcool nel suo sangue: gli è stata ritirata la patente di guida e sequestrata l’auto, dal cui abitacolo sono spuntati due involucri, uno dei quali contenente 0,6 grammi d’hashish e l’altro contenente 0,4 grammi di cocaina. Il giovane è stato quindi segnalato alla Prefettura di Cosenza per uso personale di stupefacenti. Una decina in tutto i giovani controllati con l’etilometro.