Durante la notte scorsa i carabinieri della Stazione di Oriolo durante un servizio perlustrativo si sono imbattuti in un’autovettura station wagon che procedeva a fari spenti. Intimato l’alt al mezzo sospetto, il guidatore accelerava superando l’auto dei militari.

Inseguita per le vie di campagna del piccolo centro interno dell’Alto Jonio, i due uomini che si trovavano nella station wagon si dileguavano facendo perdere in poco tempo le loro tracce, abbandonando l’auto col motore acceso. Perquisito il veicolo, una Renault Laguna, al suo interno gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto un vero e proprio arsenale d’attrezzi da scasso.

 

 

V’erano pure 17 bidoni da 20 litri, dei tubi di gomma e un motore artigianale, tutto materiale che secondo gl’investigatori sarebbe servito per asportare carburante da “spillare” ai veicoli agricoli parcheggiati nelle campagne della zona. Nell’auto sono stati trovati pure dei passamontagna, che i ladri avrebbero certamente utilizzato per coprirsi i volti.

 

L’auto è risultata “radiata” nel 2018 per esportazione all’estero, le targhe invece rubate pochi giorni fa in provincia di Potenza. Sequestrato il mezzo ed il suo contenuto, è toccato poi ai colleghi della Sezione operativa della Compagnia di Corigliano effettuare i rilievi al fine di poter risalire alle diverse impronte lasciate dai fuggitivi all’interno dell’abitacolo, nonché a prelevare il materiale biologico rinvenuto su delle bottigliette d’acqua in plastica trovate nell’autovettura e sui passamontagna abbandonati.