In questa campagna elettorale ho avuto modo di conoscere e di stare a contatto con Flavio Stasi ed i suoi candidati al Consiglio comunale e sono davvero stupefatta dalla loro complicità, dalla loro unione, ma la cosa che mi ha colpita maggiormente è il sostegno che si danno a vicenda. La politica il più delle volte separa ed oppone, ma Flavio ha creato una vera e propria squadra. All’insegna dell’umiltà e dell’amore per il territorio, lui ed i suoi hanno mostrato passione ed interesse vero nei riguardi delle problematiche che da tanto corrodono Corigliano Rossano.

Questo ragazzo non era conosciuto da tutti, ma il suo coraggio e la sua tenacia sono entrati nel cuore, prima che nella mente, dei cittadini. Il suo “essere conosciuto” non è andato sempre in suo favore, non rari sono stati i casi in cui le sue parole sono state soffocate, il suono dei suoi discorsi coperto e sovrastato dalla crudeltà di chi non crede in quel che fa. Flavio si è “armato di parola” e forse più di quanto non abbiano fatto quegli esseri tanto piccoli quanto insensibili, è riuscito a colpire i cittadini, colpirli non a suon di violenza quanto con quella sua innegabile maestria di mettere passione in quel che dice, in quel che promette. Non ha cercato di gettare fango addosso agli altri solo per dare un’“impressione” pulita di se stesso, non gli è mai interessato di apparire tanto meno di sembrare il migliore e se è riuscito a farlo è solo perché ha messo in campo le sue abilità: alcune luci non possono essere spente e continuano a brillare anche se qualcuno cerca di calpestarle, bloccarle, terrorizzarle.

 

Flavio ha riportato in campo la “bella politica”, quella sana, quella valevole, quella di tutti, quella del popolo, e nel fare questo non ha agito da solo, ma come un agile stratega ha alle sue spalle, al suo fianco, degli abili ed onesti soldati. Mattia Salimbeni ed Alessandra Modesto sono due di loro. Ho riconosciuto nelle loro proposte per il nostro territorio, le mie stesse idee. Mattia è un giovane ragazzo e in questa campagna elettorale si è dato molto da fare. Si è dimostrato forte, determinato e coraggioso, è andato avanti nonostante tutto. Alessandra per me rappresenta cultura, intelligenza, classe, è portatrice indiscussa di umiltà. Da quando l’ho conosciuta ho capito il suo valore di donna sensibile alle problematiche che affliggono il nostro territorio, quindi ho deciso di sostenerla fino alla fine, infatti con lei è nata una bella amicizia. Mi rivedo molto in questi due candidati consiglieri.

 

Il candidato sindaco Flavio Stasi

 

Concludo semplicemente riportando il vecchio detto latino Exigua his tribuenda fides, qui multa loquuntur, bisogna prestare poca fede a chi parla molto. Io ne presto molta a chi parla poco ma agisce con inconfutabile coraggio e infinita voglia di lottare per un paese giusto. Io sto con Flavio perché se è vero che il diritto è l’arte di ciò che è giusto ed equo, allora lui è un grande artista. Mi rivedo in lui per il semplice quanto importante motivo di vedere nei suoi occhi il coraggio di osare, l’irrefrenabile voglia di lottare a cuore aperto per qualcosa che valica il puro interesse speculativo ed oltrepassa i limiti della piccolezza di chi, osannando giustizia, pugnala la correttezza. Memento audere semper, abbiate sempre il coraggio di osare, il coraggio di non essere copie, di fidarvi delle cose luminose e non illuminate.