È stato fermato per ben due volte nell’arco di cento metri e poi arrestato per detenzione di sostanza stupefacente del tipo eroina finalizzata allo spaccio. Il fatto è accaduto durante la serata di lunedì allo Scalo coriglianese di Corigliano Rossano. Protagonista il 36enne coriglianese Giorgio Orsino, volto già noto ai carabinieri che l’hanno arrestato dopo avergli imposto l’alt mentre lo stesso viaggiava a bordo della propria autovettura avendone i militi notato dei movimenti alquanto sospetti.

Orsino, infatti, alla vista delle “divise nere” aveva gettato dal finestrino un piccolo involucro di plastica trasparente prontamente recuperato da parte degli uomini in divisa e contenente all’interno tre “pietre” d’eroina, del peso complessivo di quasi 4 grammi.

 

A soli cento metri di distanza dal posto in cui i carabinieri della Sezione operativa radiomobile coriglianese l’hanno ammanettato, Orsino era stato fermato da una pattuglia della polizia, ma era riuscito a scamparla...