Ancora auto a fuoco a Corigliano Rossano. L’“Anonima incendi” entra in azione con brevi intervalli tra un incendio doloso ed un altro. E stanotte gl’ignoti piromani riconducibili alla criminalità organizzata o comune del coriglianese hanno agito indisturbati su Via Piave, una delle arterie del centro storico che ruotano intorno al maestoso Castello ducale.

Obiettivo degl’incendiari la Fiat Punto d’un pregiudicato del posto, Leonardo Orlando di 36 anni, cosparsa di liquido infiammabile cui subito dopo è stato dato l’innesco. A farne le spese pure un incensurato, anch’egli del posto, Antonio Scarcella di 47 anni, la cui Lancia Musa si trovava parcheggiata vicina alla Punto di Orlando andando anch’essa in fiamme.

 

Mentre le due auto bruciavano sono stati allertati e poco dopo intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento cittadino, che sul posto hanno già trovato i carabinieri della Sezione radiomobile della locale Compagnia. Ben poco hanno potuto i pompieri per “salvare” le vetture - andate distrutte - ma gli stessi come sempre in questi casi si sono adoperati per portare a compimento l’opera di spegnimento del grosso incendio che s’era sviluppato evitando così danni ad altre autovetture parcheggiate nei pressi ed alle abitazioni che insistono sul luogo dell’ennesimo attentato incendiario di chiara matrice dolosa. Indagini dei carabinieri già in corso e finalizzate a ricercare il movente dell’azione e ad identificarne autori materiali ed eventuali mandanti