Un altro fine settimana all’insegna dei controlli stradali e di contrasto capillare all’uso di sostanze stupefacenti tra ragazzi sempre più giovani da parte dei carabinieri della Compagnia di Corigliano guidata dal capitano Cesare Calascibetta, i quali tra sabato e domenica hanno controllato oltre 120 veicoli, quasi 200 persone, elevato 7 contravvenzioni al Codice della strada e segnalato ben quattro ragazzi, due dei quali minorenni, per uso di sostanze stupefacenti. In particolare tra venerdì e sabato i militari della Sezione radiomobile diretta dal maresciallo Serafino Madeo hanno battuto, anche coi colleghi motociclisti, le zone di maggiore spaccio al dettaglio e consumo di sostanze stupefacenti: gli angoli della Piazzetta Portofino di Schiavonea e quelli della centralissima Piazza Giovanni Paolo II dello Scalo coriglianese.

Il resoconto dell’operazione è di ben quattro ragazzi fermati: nel primo caso sono stati controllati tre ragazzi a bordo d’una Fiat Punto parcheggiata in un luogo isolato di Via Fontanelle, sottoposti a perquisizione.

 

All’interno degl’indumenti di R.G., 20enne del posto, è staqto rinvenuto un involucro trasparente contente quasi un grammo di marijuana. Poco prima, invece, nelle adiacenze della Piazzetta Portofino di Schiavonea sono stati fermati due ragazzi che alla vista dei militi dell’Arma hanno lanciato per strada degl’involucri, fuggendo nelle vie limitrofe. Raggiunti in poco tempo e recuperato quanto gettato, è stato accertato che si trattava di due involucri contenenti rispettivamente circa 4 grammi di hashish e mezzo grammo di marijuana, sequestrati a B.S., 22enne coriglianese, e di S.G., 17enne anch’egli coriglianese: quest’ultimo è stato pure trovato in possesso d’un ulteriore quantitativo di marijuana del peso di quasi un grammo. Infine, nelle vicinanze di Piazza Giovanni Paolo II, è stato fermato un ragazzo, A.F., 17enne coriglianese, il quale s’aggirava con fare sospetto: sottoposto a perquisizione personale, all’interno dei propri indumenti aveva celato 4 grammi di marijuana ancora sigillati nel cellophane e sottoposti a sequestro. Per tutt’e quattro i giovani è scattata la segnalazione alla Prefettura di Cosenza, che dovrà decidere quali provvedimenti assumere nei loro confronti.

 

Sabato notte, poi, i carabinieri hanno dato vita ad un posto di blocco lungo l’arteria principale dello Scalo coriglianese, Via Provinciale, incanalando tutto il traffico e sottoponendo a controllo oltre 120 veicoli, quasi 200 persone, ed elevando 7 contravvenzioni. Un resoconto positivo pure per questo servizio: è stato tolto dalla circolazione un veicolo condotto da due cittadini rumeni privo della copertura assicurativa da quasi un anno ed affidato alla depositeria giudiziale, mentre il guidatore è stato sanzionato con una multa di quasi mille euro, 5 punti patente, e dovrà stipulare un contratto assicurativo della durata d’almeno 6 mesi per ritirare l’auto, pena la confisca della stessa. Nello stesso frangente è stato denunciato all’autorità giudiziaria un cittadino tunisino che guidava il proprio veicolo senza avere mai conseguito la patente di guida, con la recidiva nell’ultimo biennio, il quale ora rischia una condanna fino ad un anno di reclusione mentre il veicolo è stato sottoposto a fermo.