Il cadavere d’un uomo è stato rinvenuto nel pomeriggio di oggi, a Corigliano Rossano, in una zona di campagna ubicata nei pressi di contrada Boscarello, una delle contrade che insistono nella popolosissima frazione cittadina della Marina di Schiavonea, nel coriglianese. A fare la macabra scoperta, intorno alle 16, sono state delle persone del luogo che si trovavano per caso a passare in quella zona.

Il corpo senza vita dell’uomo, d’origine africana, nero di pelle, dell’apparente età di circa trent’anni e non ancora identificato perché trovato privo di documenti addosso, giaceva disteso a terra, sul ciglio d’una stradina interpoderale. Sul posto sono intervenuti gli operatori sanitari del 118, i carabinieri della Sezione operativa e radiomobile della Compagnia di Corigliano diretta dal tenente Giuseppe Della Queva, il medico legale incaricato d’effettuare il primo esame cadaverico esterno da parte del magistrato di turno in Procura a Castrovillari e gli operatori dell’impresa di pompe funebri incaricata di raccogliere le spoglie dell’uomo e di trasportarle presso l’obitorio del locale presidio ospedaliero “Guido Compagna”.

 

Pare la causa del decesso del povero africano sia stata naturale: forse colto da un malore improvviso mentre vagava nella stessa zona in cui poi è stato rinvenuto privo di vita. Nelle prossime ore il magistrato potrebbe disporre l’effettuazione dell’autopsia affidando l’incarico a un medico legale al fine di fugare ogni dubbio. Le indagini vengono condotte dai carabinieri della Stazione dello Scalo coriglianese.