La violenza del pregiudicato 39enne Maurizio “Matassa” contro il coetaneo Pier Placonà

 

L’avrebbe aggredito all’interno del proprio garage di casa allo Scalo coriglianese di Corigliano Rossano colpendolo con una spranga, questo secondo l’aggredito, oppure con le sole mani, come afferma l’aggressore. Il quale, poi, probabilmente temendo d’averlo ammazzato, se l’era data a gambe dileguandosi e facendo perdere le proprie tracce. È accaduto nella tarda mattinata odierna.

La drammatica e per fortuna non fatale lite è scoppiata per motivi che sarebbero ancora tutti da chiarire. L’aggressore è il noto pregiudicato coriglianese Maurizio Russo (fino a poco tempo fa il suo cognome era Pacino), 39 anni, detto “Matassa”, l’aggredito risponde invece al nome di Pier Placonà, 37enne residente nella frazione marina di Schiavonea, il quale adesso si trova ricoverato nel presidio ospedaliero cittadino “Guido Compagna” (foto) ma a quanto pare per sua fortuna non versa in gravi condizioni.

 

L’aggressore è stato successivamente rintracciato dai carabinieri della locale Compagnia, allertati dai medici dell’ospedale a seguito della denunciata aggressione da parte della stessa vittima. Resta a piede libero con l’accusa di lesioni gravi.