Da assessora improvvisata per due anni nei quali ha collezionato solo figuracce a politicante disinformata il passo è stato brevissimo. Giusto il tempo di rassegnare le dimissioni, nel dicembre del 2017 su richiesta d’un nutrito gruppo di consiglieri della maggioranza dell’ultimo sindaco dell’ex Comune di Corigliano Calabro Giuseppe Geraci, e quello di cambiarsi per indossare un nuovo abito. Già, quello della molto più che probabile candidata ad un seggio nel primo Consiglio comunale della nuova città di Corigliano Rossano, nata giusto un anno fa dalla fusione degli ex comuni di Corigliano Calabro e di Rossano appunto, a sostegno del candidato sindaco Gino Promenzio della coalizione “Civico e popolare”. Alessandra Francesca Capalbo

giovane archeologa coriglianese e già assessora al Marketing e Promozione turistica, Sport, Spettacoli e Grandi eventi, qualche giorno fa ha rilasciato un’esilarante intervista al nostro collega Luca Latella, il quale per prima domanda non poteva che porle quella del perché ella sia scesa in campo a sostegno di Promenzio. Ecco la sua risposta: «Innanzitutto la stima nei confronti della persona: un medico affermato, un pediatra, quindi chi meglio d’un pediatra può avere la sensibilità ad affrontare il processo che ci apprestiamo tutti a condurre e vivere?».

 

Ad Alessandra Capalbo, dunque, per stimare una persona basta sapere che essa è un medico affermato. Ignorando persino di che tipo di medico si tratti. Promenzio, come a Corigliano Rossano è a tutti noto - eccezion fatta per la sua molto più che probabile candidata - è uno specialista ortopedico e per nient’affatto un pediatra come la stessa ex assessora crede di sapere, anche se, a onor del vero, il dottor Promenzio ha a che fare soprattutto coi piedi... 

A questo punto, almeno per Alessandra Capalbo, il candidato sindaco Promenzio è davvero spacciato: Già, perché «Chi meglio d’un pediatra…».

 

E se la Capalbo vuole un pediatra il problema qui si fa serio. Gli altri candidati a sindaco infatti non lo sono - Flavio Stasi è un ingegnere, il “generale” Giuseppe Graziano dottore in Scienze forestali, Claudio Fiorentino ha soltanto il diploma. Da qui non ci resta che lanciare un accorato appello ai pediatri di Corigliano Rossano anche attraverso l’Ordine provinciale dei medici: suvvìa, qualcuno di voi scenda in campo per fare il sindaco e diamo finalmente ’sto pediatra alla Capalbo e alla nuova città!

GUARDA QUI L’INTERVISTA AD ALESSANDRA CAPALBO