S’è conclusa stamane, nel Tribunale di Catanzaro, la lunga requisitoria del pubblico ministero della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, Alessandro Riello, nei confronti di 23 tra i complessivi 26 imputati nel maxiprocesso anti-‘ndrangeta “Kossa” ammessi al giudizio col rito abbreviato dinanzi al giudice per l’udienza preliminare Antonio Battaglia.

Il rappresentante la pubblica accusa ha invocato pene molto pesanti per gl’imputati.

La pena più grossa chiesta per Pasquale Forastefano “L’animale” 

Cominciamo dalle richieste di pena più alte: 20 anni di reclusione per Pasquale Forastefano detto “L’animale”, 34 anni, di Cassano Jonio, ritenuto dal procuratore antimafia di Catanzaro Nicola Gratteri (nella foto in alto) a capo del sodalizio criminale attivo a Cassano e nell’intera Piana di Sibari; 14 per il fratello, Alessandro Forastefano, di 30 anni; per Luca Talarico, 36 anni, di Spezzano Albanese, 12 anni;

Pasquale Forastefano

10 anni e otto mesi per Agostino Pignataro, 40 anni, di Spezzano Albanese; 17 anni e otto mesi per Domenico Massa, 44 anni, di San Lorenzo del Vallo; 8 anni per Stefano Bevilacqua, 36 anni, di Cassano. 

Le altre richieste di condanna 

Per Leonardo Abbruzzese, 35 anni, di Cassano, 2 anni e sei mesi di reclusione; per Nicola Abbruzzese, 42 anni, detto “Semiasse”, di Cassano, 4 anni; per Claudio Abritta, 53 anni, di Fagnano Castello, 2 anni; per Gianfranco Arcidiacono, 36 anni, di Cassano, 3 anni e sei mesi

per Giuseppe Bisantis, avvocato 53enne di Capaccio Paestum in Campania, 8 anni e quattro mesi; per Cosimo D’Ambra, 48 anni, di Spezzano Albanese, 2 anni; per Andrea Elia, 41 anni, di Cassano, 2 anni e otto mesi; per Damiano Elia, 49 anni, di Cassano, 8 anni; per Antonio Falabella, 55 anni, di Cassano, 4 anni

Uno degli arrestati nella retata dello scorso febbraio

per Antonio Antolino, 41 anni, di Cassano, 3 anni e quattro mesi; Leonardo Falbo, 46 anni, di Cassano, 3 anni e quattro mesi; per Silvio Forastefano, 33 anni, di Cassano, 4 anni; per Saverio Lento, 62 anni, di Altomonte, 3 anni; per Francesco Orsino, 49 anni, di Corigliano, 2 anni; per Paolo Partepilo, 41 anni, di Trebisacce, 2 anni; per Vincenzo Pesce, 54 anni, commercialista di Cassano, 2 anni e quattro mesi.

Il pm ha richiesto l’assoluzione per Fabrizio Lento, 36 anni, di Altomonte, per non avere commesso il fatto, mentre Enzo Gencarelli, 44 anni, di Corigliano, patteggerà la pena. redazione@altrepagine.it

LEGGI ANCHE ‘Ndrangheta sibarita: a Catanzaro è cominciato il processo “Kossa”