Altri due militari sono stati pesantemente aggrediti durante un controllo

Dovrà presentarsi quotidianamente in caserma. Così ha deciso il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari, a seguito della richiesta formulata dalla Procura.

L’ordinanza applicativa della misura cautelare è stata notificata stamane dai carabinieri all’indagato. Accusato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate ai danni proprio d’un carabiniere.

Ad ottobre il militare era stato infatti travolto, nella frazione marina di Schiavonea, a Corigliano-Rossano, dall’autovettura condotta da A.P., coriglianese di 23 anni. Il giovane non s’era fermato all’alt imposto dalla pattuglia a posto di blocco, dal momento ch’era sprovvisto della patente di guida.

Nel pomeriggio ieri, invece, una normale richiesta controllo dei documenti da parte d’una pattuglia dei carabinieri, ha provocato l’inconsulta reazione d’un uomo di 57 anni, P.S., del luogo e già noto negli ambienti investigativi. È accaduto nel piazzale antistante il centro commerciale cittadino “I portali”.

I due carabinieri di pattuglia sono rimasti vittime dell’uomo, che ha alzato le mani opponendo resistenza con violenza. Sottoposto a perquisizione, nella sua giacca i carabinieri hanno trovato un pugnale. L’uomo è stato arrestato. I due militari sono stati poi costretti a ricorrere alle cure dei medici nel Pronto soccorso ospedaliero. redazione@altrepagine.it