Il primo cittadino, aspirante alla presidenza della Provincia, ha incontrato il parlamentare Francesco Boccia assieme al consigliere comunale suo “oppositore” Aldo Zagarese

Un gioco d’ambizioni politiche parallele. Se non addirittura coincidenti. Fu così che il sindaco di Corigliano-Rossano Flavio Stasi (foto a destra) e il consigliere comunale unico del Partito democratico e suo “oppositore” Aldo Zagarese, si ritrovarono, facce a faccia, al cospetto del parlamentare Francesco Boccia (foto a sinistra), attuale commissario del Pd in provincia di Cosenza, del quale Zagarese è sub-commissario.

Un incontro interlocutorio – o «interlocutivo» come direbbe Stasi col suo dizionario politico appositamente rimediato alla Scuola Radio Elettra di Torino – nell’eventualità che il giovane sindaco dovesse decidere d’aderire proprio al Pd. 

Un incontro “riservato”, ma non troppo

L’appuntamento, appena qualche giorno fa, nei propositi dei due rossanesi doveva rimanere riservato. Nelle ultime ore più d’una fonte politica cittadina ne riferisce però al cronista, offrendone praticamente conferma.

Aldo Zagarese

Da quel colloquio a tre, favorito ed organizzato certamente da Zagarese, emerge anche quel che più o meno i tre si sarebbero detti. Vediamo. 

Stasi chiede al Pd la Presidenza della Provincia 

Stasi, sindaco del comune più popoloso della provincia di Cosenza, aspirerebbe a diventare presidente proprio della Provincia, intesa come ente. Com’è noto a tutti, infatti, quella presidenza è rimasta vacante a seguito della recente elezione di Franco Iacucci nel Consiglio regionale della Calabria.

Con l’ex presidente che ha già convocato le elezioni per il rinnovo del Consiglio provinciale con esso decaduto, per il prossimo 18 dicembre. E Stasi vuol essere della partita, ma vuol esserlo da “capo”. E con Zagarese che ne asseconderebbe la spasmodica ambizione.

La sala delle adunanze del Consiglio provinciale di Cosenza

Per centrare l’obiettivo, però, Stasi sa bene che ha bisogno del sostegno d’un partito. Sì, perché col suo tanto decantato “civismo” sa altrettanto bene che già è tanto, anzi tantissimo, essere diventato sindaco di Corigliano-Rossano, in quell’ondata appena post-grillina del 2019.

E sa ancor meglio che non ce ne sarà una seconda – d’ondata – considerato il suo tasso di popolarità ed il consenso dei cittadini alla sua azione amministrativa entrambi oramai da tempo ai minimi termini. 

Sognando una poltrona (per due) in Parlamento

La presidenza della Provincia, nella “meritoria” ottica tutta stasiana, potrebbe rappresentare per lui il trampolino di lancio per un’eventuale candidatura… parlamentare!

Avete capito bene. Stasi infatti sa, come d’altronde il resto dei mortali, che se l’attuale Presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi nel prossimo mese di febbraio dovesse diventare Capo dello Stato, la tappa successiva sarebbero le elezioni politiche.

Fantapolitica? Per il resto dei mortali certamente, eccetto per Stasi, che a una propria “meritata” poltrona da deputato evidentemente ci crede davvero – beato lui! – nonostante abbia perduto numeri persino nella sua maggioranza in Consiglio comunale, che adesso è risicatissima.

Una seduta della Camera dei deputati

Le ambizioni politiche di Stasi potrebbero essere parallele o persino coincidenti a quelle di Zagarese, che nel frattempo ha convocato per lunedì prossimo, nella sede della Federazione del partito, tutti i sindaci e i consiglieri provinciali uscenti del Pd.

Il consigliere comunale del Pd potrebbe infatti aspirare alla candidatura a sindaco di Corigliano-Rossano, ma forse ancor più a quella parlamentare agognata dall’attuale primo cittadino. Favorire Stasi per la presidenza della Provincia, potrebbe voler dire favorire se stesso, quando sarà, per le Politiche.

Lui e Stasi, però, d’una prospettiva in cui uno dei due è “di troppo”, non parlano. Nè, su questo, hanno messo in mezzo Boccia.

Boccia chiede a Stasi di iscriversi al Pd, poi si vedrà 

Dal canto suo, il commissario provinciale del Pd avrebbe però registrato il forte dissenso dei due consiglieri regionali del partito Iacucci e Mimmo Bevacqua su un’eventuale candidatura di Stasi a presidente della Provincia.

Comunque sia, Boccia avrà detto a Stasi “A Fla’, che te serve?”, chiedendogli ovviamente d’iscriversi al Pd, considerata la fase precongressuale del partito in Calabria con la campagna di tesseramento che scade il prossimo 30 novembre. Il resto, poi si vedrà.

La tessera 2021 del Partito democratico

Che farà, dunque, Stasi? Prenderà la tessera del Pd? Per questa “via” formalizzerebbe l’ingresso nella sua striminzita maggioranza di Zagarese e potrebbe riempire la casella vuota del settimo assessore della sua giunta con un esponente indicato dallo stesso Pd.

A presidente il sindaco si candida comunque: ecco il “listino”   

Se non s’iscriverà al Pd, Stasi sarebbe comunque intenzionato a provarci anche da “civico” a scalare la Provincia. E a lanciare un titanico guanto di sfida alle “diffidenze” di quel partito. Che senza i voti “pesanti” dei consiglieri del Comune di Corigliano-Rossano (alla Provincia vige il voto ponderato) potrebbe perdere un ente da sempre nelle mani del Pd in favore del Centrodestra.

All’uopo, il listino di Stasi sarebbe già pronto. Durante la riunione di maggioranza tenutasi ieri sera, infatti, sarebbero maturate le candidature provinciali dei consiglieri comunali Domenico Rotondo, Salvatore Tavernise e Liliana Zangaro.

Da sinistra verso destra, i consiglieri comunali aspiranti provinciali Rotondo, Zangaro e Tavernise

Stasi avrebbe assecondato le ambizioni di tutt’e tre – ciascuno deluso per altre velleità – benché sappia molto bene che, coi suoi attuali numeri in Consiglio comunale, alla Provincia riuscirebbe ad eleggerne soltanto uno… direttore@altrepagine.it

Di FABIO BUONOFIGLIO

Classe 1974. Spirito libero, animo inquieto e ribelle. Giornalista. Negli ultimi 20 anni collaboratore e redattore di diverse testate quotidiane e periodiche regionali nel Lazio e nella sua Calabria. Nel 2011 fonda AltrePagine, la propria creatura giornalistica che da allora dirige con grande passione.