Chiama il 112 con la voce spaventata dopo essere stata malmenata dal proprio convivente, dalle grinfie del quale era riuscita – momentaneamente – a liberarsi.

È accaduto questa notte nell’area urbana rossanese di Corigliano-Rossano. In poco tempo sono giunti sul posto i carabinieri della Sezione radiomobile in forza al Reparto territoriale, che si sono imbattuti in un 51enne del posto che brandiva un’ascia minacciando di morte la donna, che nel frattempo era riuscita a scappare dall’abitazione.

Vani i tentativi dei militari di portare a più miti consigli l’esagitato, che, nonostante avesse opposto una forte resistenza, è stato disarmato ed arrestato. La donna, a seguito delle lesioni subite, è stata accompagnata in Pronto soccorso per essere visitata dai medici dell’ospedale “Nicola Giannettasio”.

L’uomo, adesso rinchiuso in carcere, è accusato di maltrattamenti nei confronti della convivente e resistenza a pubblico ufficiale. redazione@altrepagine.it