Manda un messaggio telefonico alla compagna col quale le dice che sta scappando all’estero portandosi via la loro bimba di soli due mesi.

La donna, che si trovava fuori casa, va immediatamente dai carabinieri. È successo ieri a Mirto-Crosia.

Immediate sono scattate le ricerche del padre fuggitivo e della neonata su tutto il territorio nazionale. Il fatto è stato segnalato pure agli uffici di polizia di frontiera per impedire che l’uomo potesse varcare i confini italiani.

L’uomo stato localizzato tramite le celle telefoniche che agganciavano il suo smartphone in provincia di Foggia. Nel pomeriggio però è ritornato ed è stato localizzato sul litorale rossanese di Corigliano-Rossano.

Una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Mirto Crosia, dopo averlo individuato, l’ha fermato. La bimba, in buone condizioni di salute, è stata affidata in via d’urgenza alla madre in attesa di determinazioni della Procura minorile di Catanzaro, mentre l’uomo è denunciato alla Procura di Castrovillari. redazione@altrepagine.it