In manette il 24enne Federico Toscano: nel suo “covo” la polizia ha trovato 59 ovetti kinder contenenti la droga

Ancora un blitz antidroga, ancora la polizia in azione a Corigliano-Rossano a condurre una lotta senza quartiere al dilagante fenomeno del traffico e dello spaccio di sostanze di dipendenza e di morte.

Gli uomini del Commissariato diretto dal vicequestore Cataldo Pignataro ancora una volta, dunque, protagonisti in quel della popolosa frazione marina di Schiavonea. Ad operare, ieri pomeriggio, in particolare, la squadra di polizia giudiziaria guidata dall’ispettore Stefano Laurenzano.

Teatro del blitz per l’ennesima volta Piazzetta Portofino. Dove, come di consueto in incognito, hanno notato un via vai di soggetti loro noti come assuntori droga. Dopo una breve permanenza in piazzetta, gli stessi poi si dirigevano in una casa vicina, per poi allontanarsi velocemente.

Una casa presa in fitto da poco tempo proprio come base operativa dello spaccio, situata in una posizione strategica e attraversata da vicoletti che permettono di controllare l’arrivo delle forze dell’ordine.

Piazzetta Portofino

“Cinturata” la piazzetta e i vicoli adiacenti, lo spacciatore di turno, Federico Toscano, 24 anni, ufficialmente bracciante agricolo, del luogo, è stato sorpreso dai detective con fare circospetto lungo i vicoli.

Perquisito, aveva addosso le chiavi della propria “base”, anch’essa perquisita e dove sono state rinvenuti in vari posti ben 59 ovetti di plastica kinder contenenti cocaina per un peso complessivo di 20 grammi, ed altro materiale per confezionare le dosi della potente sostanza stupefacente.

La droga sequestrata

Gl’investigatori hanno poi accertato che quella casa era poco utilizzata come dimora da parte dell’indagato e della sua giovane convivente, quest’ultima notata dagli stessi poliziotti, nei giorni scorsi, aggirarsi per i vicoli del borgo marinaro.

Le dosi di “coca” sequestrate, per un valore al dettaglio di circa 2000 euro, erano pronte per essere smerciate in questo fine settimana.

Il Commissariato di polizia cittadino

Il giovane è stato dichiarato in arresto, ammanettato e condotto in Commissariato con l’accusa di detenzione e spaccio di droga. Su disposizione del magistrato di turno in Procura a Castrovillari è stato assegnato ai domiciliari in attesa d’essere processato per direttissima. redazione@altrepagine.it