Lunedì i poliziotti hanno effettuato il blitz a contrada Torricella in casa del 54enne Giuseppe Corina 

Ennesimo blitz antidroga “mirato” della polizia a Corigliano-Rossano. È una lotta senza quartiere quella ingaggiata da qualche tempo dagli uomini del Commissariato cittadino diretto dal vicequestore aggiunto Cataldo Pignataro, e in particolare dai detective in forza alla Squadra di polizia giudiziaria guidata dall’ispettore Stefano Laurenzano.

I quali, nel tardo pomeriggio di lunedì, dopo appositi servizi d’osservazione, controllo e pedinamento, hanno fatto irruzione all’interno dell’abitazione d’un sospettato in Via Oceano Indiano, alla contrada Torricella superiore nel coriglianese.

Perquisitagli la casa, da un cassetto all’interno del ripostiglio, in un contenitore di vetro, sono saltati fuori 11 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale utile al confezionamento dello stupefacente, mentre sul balcone, all’interno di due vasi, i poliziotti hanno trovato due piante di canapa indiana dell’altezza di quasi due metri l’una, della sostanza da taglio e un altro bilancino di precisione.

Perciò, il 54enne incensurato Giuseppe Corina è stato dichiarato in arresto per detenzione, coltivazione e produzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio, e condotto in Commissariato.

Il Commissariato di polizia cittadino

Informato del blitz il magistrato di turno in Procura a Castrovillari, questi ne ha disposto la remissione in libertà in attesa del processo. redazione@altrepagine.it