Arrestato dalla polizia mentre tentava di violentare una donna e la sua bambina. È accaduto nel tardo pomeriggio di ieri a Corigliano-Rossano, in un appezzamento di terreno adiacente Via Provinciale, la strada che dallo Scalo coriglianese conduce alla marina di Schiavonea.

Una pattuglia del Reparto prevenzione crimine della Questura ch’era impegnata in servizi di controllo unitamente agli agenti del Commissariato cittadino, è stata attirata dalle urla d’una donna.

Individuato il posto, una volta arrivati i poliziotti hanno bloccato un uomo, un extracomunitario di 43, proprio mentre cercava di violentare la moglie 27enne, mentre lì vicino piangeva disperata una bambina di soli 3 anni, figlia della coppia.

La donna ha raccontato ai poliziotti d’essere stata ferita con una pietra e trascinata da Via Provinciale in quel piccolo appezzamento di terreno dove si stava consumando la violenza. L’uomo, secondo le sue dichiarazioni, avrebbe cercato d’abusare persino della bambina.

L’ospedale di Corigliano

La donna e la bambina sono state soccorse e trasportate nell’ospedale “Guido Compagna”, dove i medici hanno accertato diverse contusioni ed abrasioni, con una prognosi di 8 giorni per la donna.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravata ed è stato tradotto in carcere a Castrovillari. redazione@altrepagine.it