I due mezzi erano privi di copertura assicurativa! La singolare scoperta a seguito d’un piccolo danno alla passerella dove cittadini e turisti fanno footing

Lo scorso 3 agosto, il sindaco di Corigliano-Rossano Flavio Stasi, felice e come sempre soddisfatto di sé, scriveva su Facebook: «Da tempo guardavo le decine di alberi secchi sul nostro lungomare, soprattutto tra Fabrizio e Pirro Malena, col desiderio di modificare il colpo d’occhio e la funzionalità di quel pezzo di litorale. Da ieri stiamo sostituendo tutti gli alberi secchi con delle splendide palme

che daranno un aspetto diverso al paesaggio: quelle che vedete in foto (che sono state piantate ieri) sono di media grandezza e si alterneranno con alcune più piccole ed altre più alte, maestose».

Durante la mattinata di ieri, il lavoro di piantumazione s’è concluso con un piccolo incidente e una storia assai singolare. Verso le 10, infatti, alcuni cittadini hanno telefonato al Comando dei vigili urbani invocando l’intervento d’una pattuglia.

Già, ma che era successo? Durante la piantumazione d’una palma, gli operai dell’impresa esterna al Comune ch’erano impegnati nelle manovre dei due mezzi da lavoro – una ruspa e un camion – avevano danneggiato la passerella d’arredo urbano che insiste su quel tratto di lungomare e che viene percorsa quotidianamente da centinaia di cittadini e turisti che vi fanno footing.

Una volta giunta sul posto, la pattuglia dei vigili ha constatato il danno provocato dai due mezzi pesanti e ha richiesto agli operai d’esibirne i relativi certificati assicurativi per responsabilità civile, perché il Comune potesse richiedere il risarcimento. E… sorpresa: entrambi i mezzi sono risultati sprovvisti di copertura assicurativa!

Agli agenti non è rimasto altro da fare che elevare le previste sanzioni, nonchè i sequestri amministrativi della ruspa e del camion.

In quei frangenti, qualcuno ha avvisato il sindaco Stasi. Il quale – per telefono – pare abbia richiesto “spiegazioni” ai vigili urbani, sulle prime “protestando” perché gli stessi avevano bloccato i lavori di piantumazione. Quando però ha appreso gli esatti contorni della singolare vicenda, anche il primo cittadino è rimasto con un palmo – pardon una palma! – di naso.

Il sindaco Stasi

Qualcuno in Municipio avrebbe dovuto preventivamente controllare se i mezzi della ditta fossero o meno a posto? Pare proprio di sì. Pensate se durante la piantumazione e le manovre dei due mezzi si fosse fatta male una persona… direttore@altrepagine.it       

Di FABIO BUONOFIGLIO

Classe 1974. Spirito libero, animo inquieto e ribelle. Giornalista. Negli ultimi 20 anni collaboratore e redattore di diverse testate quotidiane e periodiche regionali nel Lazio e nella sua Calabria. Nel 2011 fonda AltrePagine, la propria creatura giornalistica che da allora dirige con grande passione.