“Beccato” per la seconda volta. Costantino Baffa è un signore affabile e simpatico. Noto imprenditore d’origini arbëreshë, vive da sempre a Corigliano dove ha un’impresa di lavori pubblici e privati e una stazione di servizio lungo la Strada statale 106. Da poco più di due anni ricopre la carica di consigliere comunale di Corigliano-Rossano sotto l’insegna della Lega Nord di Matteo Salvini, all’opposizione dell’amministrazione retta dal sindaco Flavio Stasi.

Da quando è scoppiata la pandemia da Covid-19 e da quando le sedute vengono convocate in modalità mista tra remoto e presenza in aula, lui predilige partecipare comodamente da casa sua o dal proprio ufficio.

Tempo addietro aveva spopolato su WhatsApp la sequenza registrata durante i lavori del civico consesso quando la moglie gli s’era avvicinata di soppiatto da dietro per tirargli uno sganassone sul collo.

Durante la seduta odierna, invece, verso mezzogiorno, ha cominciato a sorseggiare quella birra Dreher che furbescamente aveva posizionato fuori dall’inquadratura, ma ben a portata di mano all’occorrenza del “furtivo” sorseggio colto in flagranza dalla telecamera del computer.

Baffa attento durante un altro momento della seduta consiliare odierna

Nei mesi scorsi alla consigliera di maggioranza Maria Salimbeni era scappato in diretta un bel «Mi sono rotta i coglioni». Nella “cantina” del Consiglio comunale, decisamente più di classe il suo collega a tutta birra: salute! redazione@altrepagine.it