I 6 consiglieri che costituivano la maggioranza del sindaco Mundo finito agli arresti aprono la strada al commissario prefettizio. Revocata la misura cautelare al dipendente comunale Calvosa

Dopo il sindaco Franco Mundo si sono dimessi pure i 6 consiglieri comunali della sua maggioranza, appartenenti al gruppo di “Vivere Trebisacce”. Il terremoto dell’inchiesta giudiziaria “Mayor” che ha fatto finire agli arresti domiciliari il primo cittadino trebisaccese, dopo nove anni apre il portone del Municipio a un commissario prefettizio.

Ieri pomeriggio, infatti, il vicesindaco Filippo Castrovillari, gli assessori Roberta Romanelli, Giuseppe Campanella e Maria Francesca Aloise, e i consiglieri Domenico Pinelli e Caterina De Giovanni, insieme hanno presentato nelle mani del notaio Emilia Laurito le loro dimissioni irrevocabili dalle rispettive cariche.

E domattina il notaio, che ha autenticato le loro firme, protocollerà le dimissioni in Municipio (foto in alto). La “parola” poi toccherà al prefetto di Cosenza Cinzia Guercio, la quale dovrà avviare le procedure per la nomina del commissario, non prima però dell’emissione del decreto di scioglimento del Consiglio comunale che sarà adottato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella su proposta del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

L’oramai ex sindaco Mundo

Frattanto, nell’ambito dell’inchiesta giudiziaria è stata revocata la misura cautelare interdittiva dai pubblici uffici per 3 mesi nei confronti di Michele Calvosa, il 48enne dipendente comunale indagato assieme a Mundo e ad altre 16 persone.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari, Simone Falerno, ha infatti accolto la richiesta dei suoi difensori, gli avvocati Andrea Bonifati e Salvatore Di Marco del locale foro.

Calvosa, la scorsa settimana, nel corso dell’interrogatorio di garanzia s’era avvalso della facoltà di non rispondere al gip ed al sostituto procuratore Luca Primicerio, il magistrato inquirente titolare dell’inchiesta. L’ordinanza di revoca della misura interdittiva nei suoi confronti è stata emessa venerdì.

Ai 18 indagati è stata anche notificato il decreto di proroga delle indagini preliminari. direttore@altrepagine.it

LEGGI ANCHE Inchiesta “Mayor” | Davanti al giudice il sindaco Mundo fa scena muta, domani si dimette

Di FABIO BUONOFIGLIO

Classe 1974. Spirito libero, animo inquieto e ribelle. Giornalista. Negli ultimi 20 anni collaboratore e redattore di diverse testate quotidiane e periodiche regionali nel Lazio e nella sua Calabria. Nel 2011 fonda AltrePagine, la propria creatura giornalistica che da allora dirige con grande passione.