Il centro storico rossanese come Beirut durante la lunga guerra “civile” libanese. Un’auto è stata fatta esplodere oggi pomeriggio da ignoti che hanno dato l’innesco al mezzo al fine di mandarlo a fuoco.

Si tratta di un’Alfa 156 in uso al 41enne noto pregiudicato del luogo Gaetano Solferino. Si trovava parcheggiata tra Via San Bartolomeo e Via Vallone del grano. Assieme alla 164 è andata a fuoco pure una Fiat Punto ch’era parcheggiata proprio vicino ad essa.

Sul posto stanno operando i vigili del fuoco del Distaccamento cittadino. Presenti i poliziotti del Commissariato e i carabinieri della locale Compagnia.

L’episodio s’inserisce senza dubbio alcuno negli scontri tra due contrapposte fazioni di ‘ndrangheta che sono in atto oramai da due settimane in lungo e in largo sul territorio rossanese di Corigliano-Rossano, con particolare gravità proprio nel centro storico.

Stanotte pure nel centro storico coriglianese sono state incendiate due auto. redazione@altrepagine.it  

LEGGI ANCHE Corigliano-Rossano | ‘Ndrangheta rossanese in lotta: a dare manforte pure “compari” venuti dalla Germania