Il patron Luca Iacobini ha già dato il via alla macchina organizzativa

di Lucia Miceli

È arrivata alla diciassettesima edizione “Le notti dello Statere”, la rassegna di cinema organizzata a Sibari da Luca Iacobini. L’evento, che è un Premio nazionale di cinematografia e vede la partecipazione di diversi personaggi del mondo del cinema e dello spettacolo, è da sempre proiettata anche a promuovere il territorio della Piana di Sibari proprio attraverso la cultura e senza alcuno scopo di lucro.

Ed è proprio per questo motivo che gli autori del Premio hanno scelto come simbolo distintivo lo “Statere”, diversi tipi di moneta battute da varie città greche in antichità da cui la rassegna prende il nome, volendo legare la loro attività alla tradizione e alle radici della loro terra.

Luca Iacobini

La kermesse, che negli anni ha acquisito sempre più valore, viene spesso citata nelle tesi di laurea come potenzialità per dare più importanza al territorio sibarita, il comprensorio più esteso della Calabria che vanta una notevole  storia.

La manifestazione, che nel 2020 a causa del covid si è svolta in streaming prima e poi in presenza ai Laghi di Sibari e che è stata seguita via web da migliaia di persone, continua a raccogliere i consensi del pubblico locale e non solo, perché ha portato fino ad oggi nel territorio tantissimi personaggi illustri del  piccolo e del grande schermo che hanno dato vita a dei veri e propri incontri focus sulla loro  vita, la loro carriera e il loro pensiero, coinvolgendo il pubblico che ha avuto modo di confrontarsi con gli stessi ospiti.

Work in progress dunque per uno degli eventi di spettacolo più importanti e attesi in Calabria. redazione@altrepagine.it