Si sono appostati vicino casa del sospettato, a Corigliano-Rossano, fin quando non hanno deciso d’effettuare il blitz antidroga. Andato a segno.

È accaduto giovedì sera. Ad agire i poliziotti del Commissariato cittadino diretto dal vicequestore Cataldo Pignataro. Gli uomini della squadra giudiziaria dell’ispettore Stefano Laurenzano sono entrati in azione non appena il ritenuto spacciatore ha fatto rientro nella propria abitazione rossanese.

Si tratta d’un cittadino extracomunitario di 32 anni, africano e originario del Gambia.

Gl’investigatori l’hanno controllato e perquisito. E in tasca aveva due involucri con all’interno complessivi 2 grammi e mezzo di marijuana. In casa, invece, all’interno d’un cassetto, sono spuntati un bilancino di precisione sul quale erano ancora presenti rimasugli di marijuana, un involucro contenente altri 20 grammi della stessa sostanza stupefacente e diverse compresse di farmaci quali il Contramal e il Levotril, medicinali oramai introdotti nel mercato dello spaccio come droghe low cost.

L’africano, in pratica, aveva messo su un mini discount della droga.

Dichiarato in arresto, prelevato condotto in Commissariato, da lì i poliziotti hanno informato il magistrato di turno in Procura a Castrovillari. Quest’ultimo, considerata l’incesuratezza dell’arrestato, ne ha disposto la remissione in libertà in attesa che nei suoi confronti venga celebrato il processo. redazione@altrepagine.it