L’ex Luigi Greco oggi comanda a Campobasso, capoluogo del Molise.

Qui è sotto processo, ma ha presentato domanda ed ha un curriculum invidiabile…

 

 

di Fabio Buonofiglio

Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione scadrà il prossimo 20 maggio. Parliamo del bando di concorso per titoli ed esami finalizzato alla copertura del posto a tempo pieno e indeterminato di Comandante e Dirigente del Settore di Polizia municipale nel Comune di Corigliano-Rossano.

 

UN POSTO MOLTO AMBITO

Sono già diverse le domande pervenute in municipio, tra aspiranti noti e meno noti, residenti e non residenti a Corigliano-Rossano. Tra essi c’è un nome che spicca più d’ogni altro tra quelli le cui eco hanno già superato le fragili pareti degli uffici comunali.

 

Ed è quello del colonnello Luigi Greco, 52 anni, già vincitore del concorso per titoli ed esami a Comandante della Polizia municipale nell’ex Comune di Corigliano Calabro, incarico ricoperto per 5 anni e mezzo, dal 3 novembre del 2009 al 30 giugno del 2015, prima di chiedere e d’ottenere il trasferimento per mobilità nel Comune di Barletta, in Puglia, dove per 5 anni ha ricoperto l’incarico di vice comandante, lui originario proprio di Barletta ma vissuto nel Comune di Corato in provincia di Bari dove aveva cominciato la sua carriera come agente di polizia municipale (nella foto in apertura indossa proprio la divisa di comando coriglianese).

 

OGGI È TRA I PRIMI 20 COMANDANTI ITALIANI

Alla fine dello scorso mese di luglio s’era affermato, nell’ambito d’una selezione pubblica indetta dal Comune di Campobasso, in Molise, tra i 20 comandanti di polizia municipale dei capoluoghi di Regione italiani.

E lo scorso primo dicembre s’era insediato in quel posto di comando, che ricopre tuttora, a tempo determinato.

 

L’ufficiale con la divisa di comandante della polizia municipale di Campobasso

 

UN CURRICULUM DA FARE INVIDIA

Due lauree, in Economia e commercio e in Scienze criminologiche, un master e diversi corsi d’alta formazione. Nell’ex Comune di Corigliano Calabro scrisse il nuovo Regolamento del corpo di polizia municipale, adottato nel 2012. Nel suo lungo e ricco curriculum vi sono pure due pubblicazioni specialistiche e un encomio conferitogli il 22 gennaio del 2017 dal sindaco di Barletta per l’attività di servizio come vice comandante della polizia municipale.

 

I GUAI GIUDIZIARI CORIGLIANESI

Fin qui il “dolce”. Già, perché com’è noto sul conto del colonnello Greco c’è pure l’“amaro” – tutto coriglianese – connesso al processo penale che vede l’ex comandante dei vigili imputato al Tribunale di Castrovillari per abuso d’ufficio e stalking nei confronti d’una ex vigilessa, tuttora dipendente del Comune di Corigliano-Rossano e in servizio nel Settore Urbanistica.

Ma a suo carico il colonnello Greco ha pure un altro processo penale di minore entità, pendente dinanzi al Giudice di pace di Corigliano.

 

Il “Palazzo dell’orologio” nel centro storico coriglianese, già destinato a prossima sede del Comando dei vigili

 

IL “GRAN DISTURBO” DEL COLONNELLO

Ciò non gl’inibisce la partecipazione al concorso per comandante dei vigili di Corigliano-Rossano.

È mistero sugli eventuali motivi reconditi che abbiano potuto determinare la scelta di concorrere da parte del colonnello.

Una candidatura “di disturbo” dettata tanto dai conti in sospeso con la giustizia quanto da ipotetici altri conti in sospeso? Chissà.

Ad ogni modo, la partecipazione di Greco si caratterizza già di per se come di “grande disturbo”, a leggere il suo brillantissimo curriculum. Che dovrà essere almeno pareggiato dagli altri concorrenti in caso di pari affermazioni alle prove scritte e a quelle orali.

direttore@altrepagine.it

 

LEGGI ANCHE

Corigliano-Rossano | Nel processo all’ex comandante dei vigili “entra in scena” il Comune

 

 

Di admin