Acquistava l’eroina “all’ingrosso” a Cassano, per poi spacciarla nel suo piccolo paese arroccato sulle montagne del Pollino. Protagonista un 36enne di Mormanno. Avvistato con fare “sospetto” dai carabinieri della Tenenza cassanese

 

a bordo della sua Alfa Romeo 147 a Timpone rosso, nella popolosa frazione cassanese di Lauropoli, nota alle forze dell’ordine e alle cronache per l’ingombrante presenza criminale del clan ‘ndranghetista degli zingari che gestisce da anni e in assoluto monopolio gli affari legati alla droga nell’intero comprensorio jonico sibarita.

 

Il giovane di Mormanno è stato accuratamente perquisito da parte dei militi dell’Arma. E nell’ombelico aveva nascosto un involucro contenente 5 grammi d’eroina pura.

 

Perquisita pure la sua abitazione sulle montagne del Pollino, i detective cassanesi v’hanno trovato un bilancino di precisione, materiale per il taglio e il confezionamento della droga e 20 grammi di marijuana.

 

 

Su disposizione del magistrato di turno in Procura a Castrovillari il 36enne è stato arrestato per il preteso reato di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio.

redazione@altrepagine.it

 

Di admin