di Fabio Buonofiglio

Nella giornata odierna, dinanzi al segretario generale del Comune di Corigliano-Rossano Paolo Lo Moro, dirigente del Settore Risorse umane ed informatizzazione dell’ente, è prevista la comparizione di 2 neo vincitori di concorso, per la sottoscrizione del contratto di lavoro proprio a decorrere da oggi con la pubblica amministrazione locale.

 

Si tratta del concorso pubblico per titoli ed esami, bandito dal Comune e conclusosi lo scorso 26 marzo, per la copertura di 2 posti d’istruttore direttivo europrogettista, categoria D, a tempo pieno e indeterminato.

 

La sede municipale di Palazzo Garopoli

 

Due nuovi posti di lavoro fisso, insomma, nel Comune di Corigliano-Rossano. Figurano in 8 nella graduatoria finale stilata dalla commissione giudicatrice presieduta dall’ingegnera Aurora Skrame, assegnista di ricerca nel Dipartimento d’Ingegneria meccanica, energetica e gestionale dell’Università della Calabria, dall’architetto Fernando Pelaggi e dall’ingegnere Saverino De Leo.

 

Da quando l’ingegnere Flavio Stasi è sindaco di Corigliano-Rossano, negli ultimi mesi questo è già il secondo concorso del Comune per il quale gl’ingegneri Skrame e De Leo figurano in commissione.

 

Il sindaco Flavio Stasi

 

Per i primi due classificati nel concorso, oggi, dunque, scatta l’assunzione in qualità di funzionari del Comune. Vediamo chi sono. Partiamo dal secondo piazzato, con la votazione finale di 67/90: si tratta del dottor Fabio Campana, 45 anni, rossanese, per anni tra i responsabili del “Gruppo d’azione locale (Gal) Sila Greca – Basso Jonio cosentino” della Regione Calabria, organismo impegnato nell’intercettazione di risorse regionali ed europee per opere strategiche in ambito territoriale.

 

Il dottor Fabio Campana

 

Il primo, invece, con la votazione finale di 71/90, è una “vecchia conoscenza” dei lettori di AltrePagine: si tratta del dottor Giuseppe detto “Pino” De Caro, 43 anni (in alto nella foto d’apertura)originario di Santa Sofia d’Epiro e domiciliato nel coriglianese dove le sue attività hanno gravitato per tanti anni.

 

Di lui c’eravamo occupati poco più d’un anno fa per una vicenda per nulla “onorevole”. Una vicenda giudiziaria che lo vede protagonista e tuttora indagato. E che, evidentemente, rientra tra i titoli extracurriculari del nuovo progettista europeo del Comune di Corigliano-Rossano.

Per rinfrescare la memoria dei nostri stessi lettori, riproponiamo qui sotto le nostre cronache del 2 e 3 marzo 2020.

 

Corigliano-Rossano | Scaglione & De Caro, la “premiata ditta” e la truffa al Ministero

 

Corigliano-Rossano | Raggiro sulla “Zfu”: il sindaco di San Cosmo prende le distanze da De Caro

 

direttore@altrepagine.it

 

 

 

 
 

Di admin